22 febbraio 2023

Codici merceologici e interscambio con il Regno Unito

di lettura

InternetRetailing, in collaborazione con Landmark Global, ha pubblicato un’analisi sulle insidie ​​più comuni che i rivenditori incontrano durante la spedizione delle merci dall'UE nel Regno Unito (e viceversa).

Image

Alcune merci che, prima della Brexit, erano scambiate in esenzione da dazio tra il Regno Unito e l'UE, ora sono soggette a tariffe più elevate.

L'accordo commerciale e di cooperazione tra Regno Unito/UE ha previsto anche modifiche all'IVA e allo sdoganamento per gli importatori e gli esportatori del Regno Unito.

Con l’introduzione della tariffa globale del Regno Unito (UKGT) le tariffe vengono  stabilite in sterline, non in euro. La modifica coinvolge i due tipi di tariffe più comuni: la Tariffa Ad Valorem (tariffe AV) espresse come percentuale del prezzo finale e la Tariffa Speciale dove c'è un importo di denaro addebitato per unità.

Tutti questi cambiamenti pongono una serie di sfide agli scambi commerciali tra Regno Unito e UE e impongono la massima attenzione nell’utilizzo dei codici merceologici.

I venditori che trascurano questo passaggio potrebbero trovarsi di fronte a ritardi nelle consegne e multe indesiderate. Se poi l'ordine giunge a destinazione con un prezzo più alto, gonfiato da dazi e tasse locali non preventivamente considerate, difficilmente il cliente ripeterà l’acquisto.

Codici commerciali

Quali dati sulle merci consentono di gestire un'agevole transizione transfrontaliera?

Un codice merceologico è una sequenza di sei, otto, dieci e, in alcuni casi, 14 numeri, utilizzato per identificare e classificare le merci importate in modo che i dazi doganali e le tasse possano essere accuratamente determinate. Il Regno Unito e l'UE seguono questo standard globale.

Ci sono due classi di codici merceologici:

  • I codici merce a sei cifre sono codici HS (Sistema armonizzato WCO) utilizzati in tutto il mondo per monitorare lo scambio in volume di merci e per applicare le misure di commercio internazionale. La nomenclatura HS costituisce la base per la Nomenclatura combinata a otto cifre e per la Nomenclatura Taric a dieci cifre.
  • I codici merceologici a otto o dieci cifre sono utilizzati nelle dichiarazioni di importazione ed esportazione e nelle dichiarazioni statistiche sugli scambi tra paesi UE (dichiarazioni Intrastat).

Le prime sei cifre del codice merceologico corrispondono ai codici del sistema armonizzato (HS). Ogni due numeri corrispondono a una categoria di prodotto.

Ad esempio, nel caso di una giacca con codice HS 610432, le prime due cifre comunicano alla dogana che il pacco contiene un articolo di vestiario, 04 specifica che è un capo di abbigliamento femminile, 32 aggiunge l’informazione che la giacca da donna è in cotone.

Per importazioni ed esportazioni nell'UE e nel Regno Unito, potrebbe essere richiesto di aggiungere fino a quattro cifre in più per indicare ulteriori dettagli sulle misure di esportazione del prodotto, come imposte o restrizioni specifiche.

Un ulteriore fattore che può ostacolare il dialogo con le dogane è l’errata identificazione dell'operatore (codice EORI). Questo codice univoco viene utilizzato per rintracciare e registrare le informazioni doganali. Le imprese che importano o esportano nel Regno Unito devono utilizzare un numero EORI con prefisso GB.

È fondamentale che le aziende siano trasparenti sui costi di spedizione lungo tutto il percorso della filiera, considerando attentamente eventuali tasse e dazi che possono cambiare drasticamente il prezzo finale per il cliente.

Fonte: InternetRetailing

Dogane
MoCRA: registrazione prodotti cosmetici destinati al mercato USA
16 gennaio 2024 MoCRA: registrazione prodotti cosmetici destinati al mercato USA
La Legge di Modernizzazione della Regolamentazione dei Cosmetici  (MoCRA) prevede la registrazione dei prodotti cosmetici secondo linee guida recentemente pubblicate da FDA.
Importazioni prodotti siderurgici e sanzioni contro la Russia
10 ottobre 2023 Importazioni prodotti siderurgici e sanzioni contro la Russia
L’Agenzia delle Dogane il 22 settembre ha diramato un primo Avviso “Divieto di importazione di prodotti siderurgici sottoposti a trasformazione in un paese terzo che incorporano prodotti siderurgici originari della Russia”.
Esportare vino in Giappone
12 settembre 2023 Esportare vino in Giappone
Nel corso degli ultimi anni, in Giappone i consumi di vini d’uva sono aumentati, in parallelo al calo dei prodotti enologici a base di riso (sakè).
African Continental Free Trade Area
9 marzo 2023 African Continental Free Trade Area
Nel luglio 2022 ha preso il via la fase pilota dell’ African Continental Free Trade Area ( AfCFTA ), un’area di libero scambio nel continente africano che, comprendendo 1,3 miliardi di persone e 54 Stati, è destinata a diventare la più grande del mondo.
Codici merceologici e interscambio con il Regno Unito
22 febbraio 2023 Codici merceologici e interscambio con il Regno Unito
InternetRetailing, in collaborazione con Landmark Global, ha pubblicato un’analisi sulle insidie ​​più comuni che i rivenditori incontrano durante la spedizione delle merci dall'UE nel Regno Unito (e viceversa).
Sportello unico dell’Unione europea per le dogane
12 gennaio 2023 Sportello unico dell’Unione europea per le dogane
Il Regolamento (Ue) 2022/2399 del parlamento europeo e del consiglio del 23 novembre 2022 istituisce l’ambiente dello sportello unico dell’Unione europea per le dogane e modifica il regolamento (UE) n. 952/2013.
Arabia Saudita: Special Economic Zones
14 novembre 2022 Arabia Saudita: Special Economic Zones
L'Arabia Saudita ha previsto di istituire una serie di zone economiche speciali che forniranno incentivi per investire in diversi settori, tra cui quello manifatturiero, delle biotecnologie e del cloud computing.
Libro blu ADM 2021
27 ottobre 2022 Libro blu ADM 2021
Pubblicato il Libro blu dell’Agenzia delle Dogane che presenta un’analisi delle ripercussioni della guerra Russia - Ucraina sull’interscambio commerciale italiano con i paesi coinvolti nel conflitto.
Nuovo corridoio ferroviario veloce per il trasporto di merci in container tra Gioia Tauro e Bologna
20 settembre 2022 Nuovo corridoio ferroviario veloce per il trasporto di merci in container tra Gioia Tauro e Bologna
Nasce il Fast Corridor ferroviario per ottimizzare lo spostamento delle merci containerizzate dal magazzino di temporanea custodia di Gioia Tauro al magazzino di Bologna Interporto.
CETA: i benefici per le imprese italiane
9 settembre 2022 CETA: i benefici per le imprese italiane
A cinque anni dall’entrata in vigore del Comprehensive Economic and Trade Agreement (CETA) tra Canada e Unione Europea, SACE traccia un primo bilancio.