3 maggio 2022

Foreign Direct Investment 2021

di lettura

I flussi globali degli Investimenti Diretti Esteri sono aumentati dell'88% nel 2021 a 1.815 miliardi di USD (+37% rispetto ai livelli pre-pandemici). Tuttavia, le prospettive restano incerte, dato l'attuale contesto geopolitico.

Image

Questa crescita è stata trainata dall'area OCSE in cui gli IDE in entrata e in uscita hanno raggiunto i l loro livelli più alti dal 2005. Gli afflussi nell'area OCSE hanno superato il periodo pre pandemia del 5% e i flussi in uscita hanno raggiunto il valore più alto degli ultimi sette anni.

Secondo il Report dell’Ocse, nel 2021 gli Stati Uniti sono stati la prima destinazione mondiale degli IDE, seguiti da Cina, Canada e Brasile.

Le operazioni di fusione e acquisizione transfrontaliere completate hanno superato del 50% i livelli pre-pandemia nelle economie avanzate e del 25% nelle economie emergenti e in via di sviluppo.

L'attività di investimento greenfield è aumentata nelle economie avanzate superando del 16% i livelli pre-pandemia, ma rimane sotto tono nelle economie emergenti e in quelle in via di sviluppo.

Global FDI flows (1999 - 2021)

FDI 2021

Flussi in entrata

Nell'area OCSE, i flussi di IDE in entrata sono aumentati del 75% a 809 miliardi di USD, il 5% in più rispetto ai livelli pre-pandemici. Gli afflussi di IDE nell'area OCSE hanno rappresentato il 45% dei flussi globali in entrata di IDE nel 2021.

L'aumento è stato principalmente trainato dai rimbalzi nei flussi in entrata degli Stati Uniti (382 miliardi di USD), sostenuti da livelli record di reinvestimento di utili e da maggiori afflussi di capitale in relazione a importanti operazioni di fusione e acquisizione. Incrementi importanti sono stati registrati in Canada (60 miliardi di dollari), Svizzera (37 miliardi di USD) e Giappone (25 miliardi di USD).

Al contrario, gli IDE in entrata nei paesi dell'UE a 27 nel complesso diminuiscono del 30% (in calo Irlanda, Germania, Lussemburgo e Olanda).

Rispetto ai livelli pre-pandemici, gli IDE in entrata nei paesi non OCSE sono aumentati del 47%, in gran parte trainati dagli incrementi in Brasile, Cina, Russia e Sud Africa.

Inflows IDE 2021

Flussi in uscita

Gli IDE provenienti dall'area OCSE sono aumentati del 74% rispetto ai livelli pre-pandemia, a 1.303 miliardi di USD, il livello più alto dal 2015. Si sono registrati grandi flussi di IDE da Stati Uniti, Germania e Canada; ma anche da Irlanda, Paesi Bassi e Regno Unito.

Nel 2021, gli Stati Uniti sono stati la principale fonte di deflussi di IDE in tutto il mondo (434 miliardi di dollari) grazie al massiccio reinvestimento degli utili. Germania, Giappone, Cina e Regno Unito registrano oltre 100 miliardi di dollari di FDI in uscita.

FDI in uscita 2021

Fonte: FDI in figures Oecd (Aprile 2022

Analisi di mercato
Trend quote export di Italia, Germania, Francia e Spagna
27 febbraio 2024 Trend quote export di Italia, Germania, Francia e Spagna
Agenzia ICE ha pubblicato un documento che analizza l’evoluzione delle quote di mercato dell’Italia, rispetto ai principali competitor europei, dal 2010 al 2022.
Export italiano dicembre 2023
19 febbraio 2024 Export italiano dicembre 2023
Nel 2023 il valore dell’export italiano è rimasto stazionario rispetto all’anno precedente. L’aumento dei valori medi unitari (+5,3%) è stato pienamente compensato da una riduzione, superiore alle attese dei volumi (-5,1%).
Previsioni export italiano di servizi
19 febbraio 2024 Previsioni export italiano di servizi
Secondo il “Focus on” di SACE, nel 2023 l’export italiano di servizi è cresciuto dell’11,2% a € 135 miliardi; per il 2024 è atteso un incremento del 4,6%.
Turchıa: crescono Aerospazıo e Dıfesa
17 febbraio 2024 Turchıa: crescono Aerospazıo e Dıfesa
Negli ultimi dieci anni, l’industria turca dell’Aerospazio e della Difesa è passata dal semplice approvvigionamento alla progettazione e alla produzione.
Previsioni della Commissione europea inverno 2024
16 febbraio 2024 Previsioni della Commissione europea inverno 2024
Secondo la Commissione europea, l'attività economica è cresciuta solo dello 0,5% nel 2023, sia nell'UE che nella zona euro. Le prospettive per il 2024 sono riviste al ribasso allo 0,9% nell'UE e allo 0,8% nell'area dell'euro.
Ismea: export prodotti lattiero caseari
7 febbraio 2024 Ismea: export prodotti lattiero caseari
Nel periodo gennaio - settembre 2023, le esportazioni di formaggi e latticini italiani sono cresciute del 13,7% in valore e poco meno del 5% in volume, trainate dal mercato tedesco (+10% in volume) e dai freschi (+17% in valore).
Settore calzaturiero: preconsuntivo 2023 e aspettative per il 2024
2 febbraio 2024 Settore calzaturiero: preconsuntivo 2023 e aspettative per il 2024
Area Studi Mediobanca ha pubblicato un report sul settore calzaturiero che, dopo un biennio di crescita a doppia cifra, chiude il 2023 al +2%.
Italia leader nell’industria della pasta
25 gennaio 2024 Italia leader nell’industria della pasta
Secondo un’analisi dell’Area Studi Mediobanca, l’Italia è prima al mondo per produzione di pasta con 3,7 mln di tonnellate (pari al 22,3% del totale).
Bollettino economico Banca d’Italia gennaio 2024
23 gennaio 2024 Bollettino economico Banca d’Italia gennaio 2024
Alla fine del 2023 l’attività economica mondiale si è ulteriormente indebolita. La produzione manifatturiera ha continuato a ristagnare e la dinamica dei servizi ha perso vigore.
Export italiano novembre 2023
16 gennaio 2024 Export italiano novembre 2023
Tra gennaio e novembre 2023, l’export italiano in valore è aumentato dello 0,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.