27 febbraio 2024

Trend quote export di Italia, Germania, Francia e Spagna

di lettura

Agenzia ICE ha pubblicato un documento che analizza l’evoluzione delle quote di mercato dell’Italia, rispetto ai principali competitor europei, dal 2010 al 2022.

Trend quote export di Italia, Germania, Francia e Spagna

Nel recente passato la crescente liberalizzazione del commercio e degli investimenti ha cambiato profondamente lo scenario internazionale. Diversi paesi emergenti hanno guadagnato importanti quote di esportazioni (la Cina in particolare) mentre molte economie avanzate hanno visto un progressivo calo del loro peso export, dovuto anche agli investimenti diretti realizzati nei paesi emergenti per costruire “piattaforme di esportazione” e servire meglio i clienti locali.

Tra il 2010 e il 2022, la quota dell'Italia sul commercio mondiale di beni e servizi misurato a prezzi correnti, è scesa dal 2,8% al 2,4% (-0,4 p.p.). La contrazione è stata più pronunciata nei servizi (-0,9 p.p.), che rappresentano circa il 17% del totale delle esportazioni, rispetto alle merci (-0,3 p.p.).

Il calo della quota di esportazioni italiane nel periodo considerato è inferiore in valori correnti, rispetto a Germania e Francia.

  • La Germania mostra il calo maggiore in termini assoluti (dal 7,7% al 6,5%, -1,2 p. p.), partendo però da un livello significativamente più alto rispetto agli altri tre paesi.  
  • La Francia ha registrato un calo della sua quota di esportazioni di beni e servizi di -0,8 p.p, il doppio dell'Italia e due terzi di quello della Germania.
  • Al contrario, la Spagna mostra la migliore performance tra le economie considerate, mantenendo la propria quota di mercato dell’export pressoché invariata (-0,1 p.p. rispetto al 2010).

Rispetto agli altri tre principali Paesi dell’Area Euro, nel 2022 la quota dell’export di merci dell’Italia è stata pari al 90,4% di quello del 2010 (80,8% per la Germania e 72,5% per la Francia).

Quote totali di esportazioni di beni e servizi (valori attuali)

Export Italia vs Francia e Germania

Fonte: elaborazioni Agenzia ICE su dati WTO

Nel periodo post-Covid, l’Italia ha registrato buone performance: rispetto al 2019, l’export di merci è aumentato del 9,6% in volume, superando la crescita dell’UE (+9,1%), dell’Area Euro (+8,4%) e dei principali paesi europei (Germania +2,9%, Paesi Bassi +8,7%, Francia -4,9%).

Per spiegare la maggior resilienza e le miglior performance dell’export italiano negli ultimi anni, rispetto alle altre principali economie, l’analisi evidenzia tre fattori principali:

  • il netto miglioramento della competitività di prezzo dell'Italia nel 2022 rispetto all’anno precedente, grazie ai tassi di cambio effettivi reali e alla limitata dinamica del costo del lavoro
  • la minore concentrazione del manifatturiero italiano nel settori ad alta intensità energetica
  • anche se nel 2022 sono aumentate le imprese italiane che hanno riscontrato carenza di materiali e attrezzature (come ostacolo alla produzione), raggiungendo in media il 18% (rispetto al 10% dell’anno precedente), la quota è nettamente inferiore altre principali economie dell’Eurozona, segnalando una diversificazione relativamente più elevata dei fornitori.

Per quanto riguarda l’innovazione è fondamentale che l’Italia e le sue imprese aumentino gli investimenti in ricerca e sviluppo per incrementare la produttività e la competitività, sia sui mercati nazionali che esteri.

Un’altra area di miglioramento rilevante per l’Italia è legata alla logistica, area in cui è relativamente debole rispetto ai principali paesi europei.

Infine, la dimensione relativamente piccola delle imprese italiane può costituire un limite per la competitività internazionale dell’Italia.

Il documento è stato predisposto per l'incontro con la Commissione Europea “Macroeconomic Imbalances Procedure (MIP)” (31 gennaio - 2 febbraio 2024)

Fonte: Agenzia ICE (Italy: recent changes in export shares)

Analisi di mercato
Buone prospettive per l’export di vino italiano
15 aprile 2024 Buone prospettive per l’export di vino italiano
Nel 2023 le esportazioni enologiche italiane, che rappresentano più del 20% dell’export totale del settore alimentari e bevande, hanno raggiunto € 7,8 miliardi (in leggera flessione rispetto al 2022).
Proiezioni per l’economia italiana 2024 – 2026
11 aprile 2024 Proiezioni per l’economia italiana 2024 – 2026
Secondo le proiezioni macroeconomiche elaborate dalla Banca d’Italia, il PIL nazionale aumenterebbe dello 0,6% nel 2024, dell’1% nel 2025 e dell’1,2% nel 2026.
Bilancia agroalimentare italiana 2023
8 aprile 2024 Bilancia agroalimentare italiana 2023
Nel 2023 le esportazioni italiane di prodotti agroalimentari hanno registrato una crescita del 5,7% rispetto al 2022, raggiungendo i 64 miliardi di euro (prodotti trasformati 55,3 miliardi, prodotti agricoli 8,8 miliardi).
Istat: Rapporto sulla competitività dei settori produttivi 2024
2 aprile 2024 Istat: Rapporto sulla competitività dei settori produttivi 2024
Il XII Rapporto sulla competitività dei settori produttivi analizza gli shock che dal 2020 hanno colpito l’economia italiana e valuta le conseguenze sulla performance del sistema e sui comportamenti d’impresa.
Export prodotti cosmetici nel 2023
25 marzo 2024 Export prodotti cosmetici nel 2023
Centro Studi di Cosmetica Italia ha presentato al Cosmoprof Worldwide Bologna 2024 i dati congiunturali e l’andamento dell'export del settore cosmetico nazionale.
Geografia produttiva delle rinnovabili in Italia 2024
21 marzo 2024 Geografia produttiva delle rinnovabili in Italia 2024
Fondazione Symbola racconta il futuro delle energie rinnovabili da qui al 2030 e aggiorna la geografia delle imprese attive nelle filiere del fotovoltaico, eolico, idroelettrico, geotermico e bioenergie.
Export italiano gennaio 2024
20 marzo 2024 Export italiano gennaio 2024
A gennaio il valore dell’export italiano è rimasto pressoché stabile su base annua (-0,2%). L’incremento dei valori medi unitari (+1,7%) è stato compensato da una simile riduzione del dato in volume (-1,8%).
Where to Export Map 2024
15 marzo 2024 Where to Export Map 2024
SACE ha pubblicato un aggiornamento, dedicato alle imprese che guardano alle opportunità provenienti dai mercati esteri, che analizza come si sta muovendo la domanda mondiale.
Mercato globale dei beni di lusso 2024
14 marzo 2024 Mercato globale dei beni di lusso 2024
Secondo il report di RetailX “Global Luxury” nel 2023 il mercato mondiale dei beni di lusso ha raggiunto i 354,81 miliardi di dollari (erano 312,63 nel 2022).
Esportazioni delle regioni italiane 2023
12 marzo 2024 Esportazioni delle regioni italiane 2023
Nel 2023, rispetto all’anno precedente, l’export nazionale in valore risulta stazionario e riflette dinamiche territoriali molto differenziate.