16 agosto 2023

Analisi del settore e dei consumi cosmetici in Italia nel 2022

di lettura

Cosmetica Italia ha pubblicato l’Annuario con le statistiche relative al sistema cosmetico e approfondimenti sui più recenti cambiamenti in tema di offerta e di trend di consumo.

Analisi del settore e dei consumi cosmetici in Italia nel 2022

ll 2022 si è confermato un anno positivo: la produzione, in crescita di 12,4 punti percentuali, tocca i 13,3 miliardi di euro; l’export, che rappresenta il 44% della produzione, supera i 5,8 miliardi di euro (+18,5%). Bene anche il mercato interno (+8,5%) che registra un valore prossimo agli 11,5 miliardi di euro.

La ricchezza generata dalla filiera cosmetica nel 2022 ha superato i 25 miliardi di euro (1,31% del PIL italiano). Considerando la filiera allargata, dalle materie prime, ai macchinari di produzione e imballaggio, fino alla distribuzione finale, il valore del fatturato raggiunge i 36 miliardi di euro.

La filiera è riuscita a incorporare le leve inflattive: alla fine del 2022 l’aumento dei prezzi del comparto è stato al di sotto del 4%, mentre l’aumento del sistema manifatturiero italiano ha superato mediamente l’8%.

La Lombardia si conferma la regione con la più alta densità d’imprese cosmetiche con quasi il 55%, seguita da Emilia-Romagna con il 10,5%, dal Veneto con il 6,6%, e dalla Toscana con quasi il 6%.

Nel 2023 il fatturato della filiera è atteso in crescita di 8 punti percentuali a 14,3 miliardi di euro, e i consumi ancora dinamici a +6,3% per 12,2 miliardi di euro di acquisti.

Principali canali di vendita

I canali tradizionali e digitali nel 2022 crescono di 8,3 punti percentuali, trainati principalmente dalla profumeria (+18,1% con vendite a 2.217 milioni di euro). Gli acquisti in profumeria hanno raggiunto i livelli pre-Covid (+5,9% la crescita del periodo 2019-2022) grazie al traino delle fragranze storiche (circa 90% il peso a valore sul totale profumeria alcolica venduto nel canale) e dei prodotti legati al trucco che tornano a concentrare oltre un quarto del totale delle vendite in profumeria.

Le vendite di cosmetici nel canale farmacia hanno registrato un pieno recupero rispetto al periodo pre-Covid, (+4,6% la crescita registrata tra il 2021 e il 2022 e +4% quella tra il 2019 e il 2022) che porta a un valore dei consumi nel canale di poco superiore a 1.950 milioni di euro. La multicanalità della farmacia ha favorito le dinamiche di crescita: le vendite attraverso piattaforme online passano dal 3,4% del 2019 all’8,2% nel 2022, a discapito della market share inter-canale delle farmacie tradizionali che ridimensionano la loro quota nello stesso periodo dal 77,3% al 71,7%. La qualità rimane il primo motivo di scelta degli acquisti in farmacia grazie all’offerta di prodotti adatti a tutte le tipologie di pelle e all’alto grado di fiducia per la consulenza del farmacista.

Prosegue la performance a doppia cifra delle vendite online che nel 2022 registrano una crescita di 13,4 punti percentuali, con volume di vendita prossimo a 990 milioni di euro. I lockdown, l’ingresso di nuove piattaforme internazionali di vendita e lo sviluppo di iniziative da parte di numerosi soggetti legati ai canali tradizionali stanno accelerando le dinamiche di vendita. Secondo la rilevazione di Human Highway, condotta a cavallo della primavera 2023, la cura dei capelli registra le dinamiche di crescita più importanti negli ultimi cinque anni, insieme ai prodotti per l’igiene della persona, i dentifrici e i collutori. Crescita media in linea con le altre famiglie di prodotto invece per i prodotti per la cura del viso.

Importazioni ed esportazioni

Nel 2022 l’export registra un pieno recupero, con un valore pari a 5.851 milioni di euro (+18,5%). Anche la crescita dei dati in quantità è positiva (+4,5%) anche se più contenuta a seguito del rincaro dei prezzi.

Aumentano rispetto al 2021 anche le importazioni che superano 2.568 milioni di euro (+16,9%), mentre in quantità la performance è più contenuta (0,4%).

La bilancia commerciale, pari a fine 2022 a 3.282 milioni di euro, recupera 540 milioni di euro rispetto al 2021 e raggiunge il livello record per il comparto.

La profumeria alcolica, prima famiglia di prodotto per valore dell’export cosmetico (1.488 milioni di euro) cresce del 26,5%, i prodotti per la cura del viso e del corpo, seconda famiglia con un valore di oltre 1.300 milioni di euro registrano un +15,6%. La categoria dei trucchi, quarta famiglia per valore delle esportazioni, registra una variazione positiva di 20 punti percentuali. Ottima tenuta anche dei prodotti più orientati verso l’azione igienizzante: cura capelli (+16,7%), igiene personale (+10%).

Principali mercati

Gli Stati Uniti (+38,7%) raggiungono la prima posizione con il sorpasso storico nei confronti della Francia (+10,7%), complice il cambio euro-dollaro favorevole; segue in terza posizione la Germania (+3,6%). Le prime tre destinazioni concentrano quasi 1,9 miliardi di export cosmetico, pari a quasi un terzo del totale italiano nel mondo.

Presentano crescite importanti anche Spagna (+17,9%), Regno Unito (+14,6%), Paesi Bassi (+17,7%), Polonia (+36,2%), Emirati Arabi Uniti (+60,7%), Belgio (+24%), Canada (+36,4%) e Brasile (+34,7%).

Nel periodo 2012-2022, l’export cosmetico è cresciuto a doppia cifra in Cina (+27,6%) e India (+20%).

Fonte: Cosmetica Italia

Analisi di mercato
Buone prospettive per l’export di vino italiano
15 aprile 2024 Buone prospettive per l’export di vino italiano
Nel 2023 le esportazioni enologiche italiane, che rappresentano più del 20% dell’export totale del settore alimentari e bevande, hanno raggiunto € 7,8 miliardi (in leggera flessione rispetto al 2022).
Proiezioni per l’economia italiana 2024 – 2026
11 aprile 2024 Proiezioni per l’economia italiana 2024 – 2026
Secondo le proiezioni macroeconomiche elaborate dalla Banca d’Italia, il PIL nazionale aumenterebbe dello 0,6% nel 2024, dell’1% nel 2025 e dell’1,2% nel 2026.
Bilancia agroalimentare italiana 2023
8 aprile 2024 Bilancia agroalimentare italiana 2023
Nel 2023 le esportazioni italiane di prodotti agroalimentari hanno registrato una crescita del 5,7% rispetto al 2022, raggiungendo i 64 miliardi di euro (prodotti trasformati 55,3 miliardi, prodotti agricoli 8,8 miliardi).
Istat: Rapporto sulla competitività dei settori produttivi 2024
2 aprile 2024 Istat: Rapporto sulla competitività dei settori produttivi 2024
Il XII Rapporto sulla competitività dei settori produttivi analizza gli shock che dal 2020 hanno colpito l’economia italiana e valuta le conseguenze sulla performance del sistema e sui comportamenti d’impresa.
Export prodotti cosmetici nel 2023
25 marzo 2024 Export prodotti cosmetici nel 2023
Centro Studi di Cosmetica Italia ha presentato al Cosmoprof Worldwide Bologna 2024 i dati congiunturali e l’andamento dell'export del settore cosmetico nazionale.
Geografia produttiva delle rinnovabili in Italia 2024
21 marzo 2024 Geografia produttiva delle rinnovabili in Italia 2024
Fondazione Symbola racconta il futuro delle energie rinnovabili da qui al 2030 e aggiorna la geografia delle imprese attive nelle filiere del fotovoltaico, eolico, idroelettrico, geotermico e bioenergie.
Export italiano gennaio 2024
20 marzo 2024 Export italiano gennaio 2024
A gennaio il valore dell’export italiano è rimasto pressoché stabile su base annua (-0,2%). L’incremento dei valori medi unitari (+1,7%) è stato compensato da una simile riduzione del dato in volume (-1,8%).
Where to Export Map 2024
15 marzo 2024 Where to Export Map 2024
SACE ha pubblicato un aggiornamento, dedicato alle imprese che guardano alle opportunità provenienti dai mercati esteri, che analizza come si sta muovendo la domanda mondiale.
Mercato globale dei beni di lusso 2024
14 marzo 2024 Mercato globale dei beni di lusso 2024
Secondo il report di RetailX “Global Luxury” nel 2023 il mercato mondiale dei beni di lusso ha raggiunto i 354,81 miliardi di dollari (erano 312,63 nel 2022).
Esportazioni delle regioni italiane 2023
12 marzo 2024 Esportazioni delle regioni italiane 2023
Nel 2023, rispetto all’anno precedente, l’export nazionale in valore risulta stazionario e riflette dinamiche territoriali molto differenziate.