31 ottobre 2022

SACE Annual review 2021

di lettura

Il Gruppo SACE offre soluzioni di assicurazione del credito diversificate in base alle esigenze delle aziende e alla complessità dell’operazione.

Image

SACE risponde alle necessità delle imprese di ogni dimensione:

  • attraverso la tradizionale polizza Credito Fornitore che prevede la copertura della vendita su commessa, o per transazioni ripetute verso uno o più clienti
  • per operazioni più complesse attraverso la polizza Credito Acquirente che prevede la strutturazione e la copertura di linee di credito a medio-lungo termine concesse a controparti estere, coinvolgendo anche le banche.
  • la polizza Express Buyer’s Credit assicura i finanziamenti concessi dalle banche alle aziende estere, finalizzati all’acquisto di prodotti e servizi italiani, dedicato a operazioni di taglio contenuto, che consente procedure semplificate e rapidità nell’erogazione del servizio.

Oltre a proteggere il business dal rischio commerciale o di produzione e dal mancato pagamento, i prodotti di assicurazione del credito consentono anche di offrire dilazioni di pagamento competitive ai clienti esteri.

Nel corso del 2021, SACE ha sostenuto operazioni complessivamente per 9,3 miliardi di euro (quasi 1.000 contratti di forniture di aziende italiane nel mondo).

L’area delle Americhe rappresenta il 46% dei volumi di nuove operazioni di credito all’esportazione sostenute da SACE, con Brasile, Messico e Perù che si confermano i mercati più dinamici in termini di numero di operazioni assicurate. A seguire, l’area dell’Europa emergente e Csi (27% delle risorse mobilitate) e l’area Medio Oriente e Nord Africa (15%).

Le grandi filiere di eccellenza del Made in Italy sono tra i settori che maggiormente hanno beneficiato del supporto di SACE a sostegno delle esportazioni:

  • crocieristico (34%)
  • oil & gas (26%)
  • infrastrutture e costruzioni (16%).

Il settore che ha maggiormente beneficiato di questa operatività è la meccanica strumentale (54% sul totale per circa 540 esportazioni supportate).

Finanziare la crescita internazionale

Le garanzie finanziarie di SACE facilitano l’accesso a finanziamenti per sostenere il capitale circolante e gli investimenti connessi all’internazionalizzazione. Nel 2021 SACE ha garantito finanziamenti per 1,2 miliardi di euro in favore di aziende di comparti quali automotive, cantieristica navale, metallurgia e agroalimentare.

Le garanzie per l’internazionalizzazione delle Pmi, attraverso accordi con le banche, supportano le piccole e medie imprese nell’accesso ai finanziamenti finalizzati a una molteplicità di obiettivi funzionali al rafforzamento della competitività: sostegno del capitale circolante, investimenti diretti all’estero, investimenti in Italia in ricerca e sviluppo, spese per acquisto o rinnovo di macchinari e impianti, attività di comunicazione e marketing, partecipazioni a fiere. Nel 2021 SACE ha garantito 70 milioni di euro di finanziamenti sostenendo diverse Pmi.

Investire all’estero

La Polizza Investimenti di SACE aiuta le aziende che vogliono proteggere i propri investimenti all’estero, sia nella forma di apporti di capitale (equity), sia nella forma di prestiti a partecipate estere.

Questo strumento permette inoltre di limitare le perdite o il mancato rimpatrio di somme relative all’investimento (ad esempio dividendi, profitti, rimborsi di shareholder loan) a seguito di guerre e disordini civili, restrizioni valutarie, esproprio diretto o indiretto, revoca di contratti stipulati con controparti pubbliche locali e protegge dal rischio di business interruption, ovvero dai danni derivanti dall’interruzione temporanea dell’attività produttiva.

Nel corso del 2021, in quest’ambito SACE ha assicurato investimenti per circa 630 milioni di euro, relativi soprattutto a operazioni realizzate in Medio Oriente e Nord Africa e nell’area dell’Europa Emergente e dei Paesi Csi.

Servizi SACE

FonteSACE Annual review 2021

 

Altre tematiche
Rincari per il trasporto marittimo su grandi navi
20 febbraio 2024 Rincari per il trasporto marittimo su grandi navi
La direttiva UE 2023/959 ha ampliato l'ambito di applicazione del sistema EU ETS estendendo gli obblighi derivanti dalla direttiva 2003/87/CE alle emissioni prodotte dal trasporto marittimo.
Conseguenze della crisi di Suez
22 gennaio 2024 Conseguenze della crisi di Suez
Il Presidente di Promos Italia, Giovanni Da Pozzo, commenta le conseguenze che la “Crisi di Suez” potrebbe avere sul commercio estero delle imprese italiane e le possibili ricadute sull’economia nazionale e internazionale.
Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre
18 gennaio 2024 Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre
L'indicatore del commercio Kiel a dicembre 2023 registra le gravi conseguenze causate dagli attacchi alle navi mercantili nel Mar Rosso.
Come promuovere l’industria robotica sui mercati esteri
22 dicembre 2023 Come promuovere l’industria robotica sui mercati esteri
L’industria italiana della robotica ha recuperato rispetto al 2020 e sta vivendo una fase positiva anche grazie alla transizione 4.0.
Voto UE sul nuovo regolamento imballaggi (PPWR)
1 dicembre 2023 Voto UE sul nuovo regolamento imballaggi (PPWR)
La revisione del mercato europeo degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio è essenziale per la competitività e l'innovazione europea e per allineare ambizioni ambientali e realtà industriale.
Come progettare un piano efficace di vendite all’estero?
24 novembre 2023 Come progettare un piano efficace di vendite all’estero?
Il piano di export deve definire: mercati-obiettivo, canali distributivi, segmentazione clienti locali, promozione dell’offerta pensata per canali / buyer persona.
Infoexport: spedizione via mare Italia - USA
19 novembre 2023 Infoexport: spedizione via mare Italia - USA
Che modalità  di trasporto conviene utilizzare per spedire negli Stati Uniti e in Canada 1.000 forni a pellet  (peso di 30 kg), considerando anche la successiva consegna ai clienti?
Interventi a favore delle imprese toscane colpite dall’alluvione
7 novembre 2023 Interventi a favore delle imprese toscane colpite dall’alluvione
Il ministro degli Affari Esteri Antonio Tajani ha coinvolto Cdp, Ice, Simest e Sace per predisporre un intervento a favore delle aziende vittime del maltempo in Toscana.
Shop Circle raccoglie $120 milioni e costruisce il futuro dell’e-commerce
17 ottobre 2023 Shop Circle raccoglie $120 milioni e costruisce il futuro dell’e-commerce
Shop Circle è una società tecnologica italo-inglese leader nello sviluppo e commercializzazione di app per gli operatori dell’e-commerce.
Emilia Romagna: ristori per perdita di reddito per le imprese colpite dalle alluvioni
15 ottobre 2023 Emilia Romagna: ristori per perdita di reddito per le imprese colpite dalle alluvioni
SIMEST gestirà una nuova misura per le imprese esportatrici delle aree colpite dalle alluvioni dello scorso maggio per le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza (all. 1 del DL 61/2023).