14 aprile 2023

Riprendono le relazioni diplomatiche Iran – Arabia Saudita

di lettura

Riyadh e Teheran hanno firmato il 10 marzo un accordo che prevede la ripresa delle relazioni diplomatiche.

Riprendono le relazioni diplomatiche Iran – Arabia Saudita

Le relazioni si erano interrotte nel 2016 a seguito dell’esecuzione in Arabia Saudita di un religioso sciita che provocò tumulti con occupazione delle sedi diplomatiche saudite in Iran. Il riavvicinamento prevede:

  • entro due mesi la riapertura delle ambasciate e lo scambio di personale diplomatico
  • la riattivazione dei due precedenti accordi sulla cooperazione economica (firmato nel 1999) e sulla sicurezza (2001)
  • l'istituzione di una Camera di commercio bilaterale Irano-Saudita per promuovere le delegazioni commerciali e favorire la stabilità dei rapporti d’affari.

A mediare, nella fase finale dei negoziati, la Cina che cerca di estendere la sua influenza in quest'area fondamentale di approvvigionamento energetico. Grazie alla cooperazione bilaterale su settori strategici, la Cina si sta affermando come interlocutore di riferimento in un Medio Oriente sempre più diversificato in termini di alleanze e partnership anche a seguito del parziale “ritiro” statunitense dalla regione.

Iran e Arabia Saudita competono da decenni per l’egemonia nell’area e mantengono profonde divergenze su varie questioni (Yemen, Libano, Iraq), ma lo sviluppo del commercio e il processo di diversificazione economica sono legati a doppio filo alla stabilità delle rotte e alla sicurezza.

La guerra in Yemen contro i ribelli sciiti Houthi (sostenuti e armati dall’Iran), è un ostacolo agli investimenti esteri in Arabia Saudita, primo esportatore di petrolio al mondo, che dovrà affrontare anche la minor domanda di idrocarburi da parte dell'Europa impegnata in importanti progetti di transizione energetica.

La politica estera saudita punta quindi ad allentare le tensioni con l’Iran con pragmatismo, per salvaguardare la sicurezza nazionale e creare un ambiente stabile per lo sviluppo economico delineato nella strategia Vision 2030.

Se l’Arabia Saudita tenta di ridurre le tensioni per accrescere il suo ruolo, la firma dell’accordo per l’Iran rappresenta un tentativo di uscire dall’isolamento internazionale (fornitura di droni alla Russia, repressione violenta delle ondate di protesta popolare, programma nucleare, solo per citare le criticità più recenti).

Il segretario del Consiglio supremo per la sicurezza nazionale dell’Iran Ali Shamkhani ha commentato l’accordo: “Rimuovere le incomprensioni nelle relazioni tra Teheran e Riyadh porterà sicuramente a migliorare la stabilità e la sicurezza regionali, nonché ad aumentare la cooperazione tra le nazioni del Golfo Persico e il mondo dell’Islam per gestire le sfide attuali”.

L’accordo Iran – Arabia Saudita rappresenta l’ultimo tassello di un processo di distensione regionale iniziato tre anni fa con gli Accordi di Abramo (2020), gli accordi di Al-Ula (2021), la normalizzazione dei rapporti diplomatici tra Emirati Arabi Uniti e Iran e il riavvicinamento degli EAU e dell’Arabia Saudita con la Turchia (2022).

 

 

 

Altre tematiche
Un quadro generale sul sıstema dı proprıeta’ ıntellettuale turco per le azıende ıtalıane
6 giugno 2024 Un quadro generale sul sıstema dı proprıetà ıntellettuale turco per le azıende ıtalıane
Italia - Turchia: relazioni commerciali e proprietà intellettuale.
Nuove sanzioni UE contro la Russia
29 maggio 2024 Nuove sanzioni UE contro la Russia
Approvato il Regolamento che sancisce un nuovo e diverso quadro di misure restrittive, non correlate all’aggressione dell’Ucraina, ma alla repressione interna in Russia.
Expo 2025 si avvicina
24 maggio 2024 Expo 2025 si avvicina
Expo 2025, si terrà a Osaka, in Giappone, dal 13 aprile al 13 ottobre 2025
Raccomandazione della Commissione Europea: EU toolbox contro la contraffazione
14 maggio 2024 Raccomandazione della Commissione Europea: "EU toolbox contro la contraffazione"
Si raccomandano azioni per combattere la contraffazione e proteggere meglio i diritti di proprietà intellettuale, che interessano il 50% del PIL dell'UE.
Dhl Express: 5 nuovi voli settimanali Malpensa - Hong Kong
4 aprile 2024 Dhl Express: 5 nuovi voli settimanali Malpensa - Hong Kong
Dhl Express Italy ha inaugurato il nuovo collegamento diretto, con 5 voli settimanali, tra l’aeroporto di Milano Malpensa e quello di Hong Kong
Corridoi ed efficienza logistica dei territori 2024
3 aprile 2024 Corridoi ed efficienza logistica dei territori 2024
Contship Italia e Srm hanno pubblicato i risultati dell'indagine che analizza le scelte logistiche e l’utilizzo dell’intermodalità e delle clausole Incoterms di 400 aziende di Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.
Brevetti in Europa 2023
19 marzo 2024 Brevetti in Europa 2023
L’indice dei brevetti dell’EPO dimostra che l’innovazione è rimasta solida nel 2023, con aziende e inventori che hanno depositato un numero record di domande di brevetto europeo.
Rincari per il trasporto marittimo su grandi navi
20 febbraio 2024 Rincari per il trasporto marittimo su grandi navi
La direttiva UE 2023/959 ha ampliato l'ambito di applicazione del sistema EU ETS estendendo gli obblighi derivanti dalla direttiva 2003/87/CE alle emissioni prodotte dal trasporto marittimo.
Conseguenze della crisi di Suez
22 gennaio 2024 Conseguenze della crisi di Suez
Il Presidente di Promos Italia, Giovanni Da Pozzo, commenta le conseguenze che la “Crisi di Suez” potrebbe avere sul commercio estero delle imprese italiane e le possibili ricadute sull’economia nazionale e internazionale.
Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre
18 gennaio 2024 Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre
L'indicatore del commercio Kiel a dicembre 2023 registra le gravi conseguenze causate dagli attacchi alle navi mercantili nel Mar Rosso.