23 settembre 2020

Resa FCA Incoterms® 2020, polizza di carico marittima e credito documentario

di lettura

Bill of Lading e credito documentario, possibili riserve da parte della banca.

Resa FCA Incoterms® 2020, polizza di carico marittima e credito documentario

Per la prima volta nell’edizione 2020 degli Incoterms si prevede che a fronte di un una resa FCA (luogo di partenza) per successivo trasporto via mare  l’importatore committente del trasporto marittimo, qualora previsto nel contratto, sia obbligato a istruire il vettore ad emettere il documento marittimo B/L (bill of lading) con indicazione “on board” e di consegnarlo all’esportatore.

Tale previsione al fine di soddisfare una eventuale esigenza derivante dalla presenza nel contratto di compravendita di un pagamento, in tutto o in parte, tramite lettera di credito (L/C).

Bill of lading

L’esportatore deve porre particolare attenzione all’emissione del documento di trasporto per soddisfare quanto richiesto dalle UCP 600 (Uniform Custom Practice, Norme ed usi uniformi) e dalle ISBP 745 (International Standard Banking Practice l, Prassi bancaria internazionale uniforme) regolanti la conformità dei documenti in quanto la data di partenza merce, la data di emissione della B/L e la data di “on board” potrebbero non coincidere fra loro.

Per una corretta presentazione

  • Polizza di carico su un formulario prestampato che riporta “received for shipment”, con o senza luogo di ricezione, senza indicazione mezzo spedizione in documento dovrà riportare la dicitura “on board”. La data che dovrà essere non oltre la latest date of shipment.
  • Polizza di carico su un formulario prestampato che riporta  “received for shipment” con luogo di ricezione e indicazione mezzo di pre-shipment dovrà riportare la nome della nave e il porto caricazione e la dicitura “on board”. La data dovrà essere non oltre la latest date of shipment.
  • Con o senza luogo di ricezione, senza indicazione mezzo spedizione, data emissione considerata data spedizione. La data dovrà essere non oltre la latest date of shipment.
  • Con indicazione luogo ricezione e indicazione mezzo di pre-shipment, annotazione “on board” nome nave porto caricazione. La data dovrà essere non oltre la latest date of shipment.

Eventuali danni merce dal luogo indicato dopo acronimo FCA e il porto di caricazione

La resa FCA prevede le seguenti obbligazioni, a seconda del luogo indicato dopo l’acronimo:

  • luogo ove ha sede il magazzino dell’esportatore, questi si obbliga a caricare la merce sdoganata all’esportazione
  • luogo terzo, l’esportatore si obbliga a consegnare la merce, sdoganata all’esportazione, a proprio costo e rischio di danneggiamento nel luogo indicato scarico escluso.

Qualora un danno si verificasse tra il luogo indicato e il porto di caricazione, l’esportatore avrebbe una “polizza di carico sporca” che contiene osservazioni del tipo: merce bagnata, peso sconosciuto, ecc.. da parte del vettore e, pertanto, una riserva da parte della banca che potrebbe compromettere l’esito del credito documentario, diverso in base alla prestazione indicato nello stesso.

A fine di non incorrere in tale rischio, si potrebbe indicare nel credito documentario un documento diverso dalla B/L come un F.C.R (Forwarder Certificate of Receipt o una “house bill of lading”).

Si ricorda che a partire dall’entrata in vigore delle UCP 600, nel 2007, la dicitura sulla polizza di carico “clean”, se non espressamente richiesta dal testo della L/C non è più obbligatoria. Le banche considereranno il documento corretto anche senza tale dicitura.

Marco Bertozzi

Altre tematiche
Raccomandazione della Commissione Europea: EU toolbox contro la contraffazione
14 maggio 2024 Raccomandazione della Commissione Europea: "EU toolbox contro la contraffazione"
Si raccomandano azioni per combattere la contraffazione e proteggere meglio i diritti di proprietà intellettuale, che interessano il 50% del PIL dell'UE.
Dhl Express: 5 nuovi voli settimanali Malpensa - Hong Kong
4 aprile 2024 Dhl Express: 5 nuovi voli settimanali Malpensa - Hong Kong
Dhl Express Italy ha inaugurato il nuovo collegamento diretto, con 5 voli settimanali, tra l’aeroporto di Milano Malpensa e quello di Hong Kong
Corridoi ed efficienza logistica dei territori 2024
3 aprile 2024 Corridoi ed efficienza logistica dei territori 2024
Contship Italia e Srm hanno pubblicato i risultati dell'indagine che analizza le scelte logistiche e l’utilizzo dell’intermodalità e delle clausole Incoterms di 400 aziende di Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.
Brevetti in Europa 2023
19 marzo 2024 Brevetti in Europa 2023
L’indice dei brevetti dell’EPO dimostra che l’innovazione è rimasta solida nel 2023, con aziende e inventori che hanno depositato un numero record di domande di brevetto europeo.
Rincari per il trasporto marittimo su grandi navi
20 febbraio 2024 Rincari per il trasporto marittimo su grandi navi
La direttiva UE 2023/959 ha ampliato l'ambito di applicazione del sistema EU ETS estendendo gli obblighi derivanti dalla direttiva 2003/87/CE alle emissioni prodotte dal trasporto marittimo.
Conseguenze della crisi di Suez
22 gennaio 2024 Conseguenze della crisi di Suez
Il Presidente di Promos Italia, Giovanni Da Pozzo, commenta le conseguenze che la “Crisi di Suez” potrebbe avere sul commercio estero delle imprese italiane e le possibili ricadute sull’economia nazionale e internazionale.
Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre
18 gennaio 2024 Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre
L'indicatore del commercio Kiel a dicembre 2023 registra le gravi conseguenze causate dagli attacchi alle navi mercantili nel Mar Rosso.
Come promuovere l’industria robotica sui mercati esteri
22 dicembre 2023 Come promuovere l’industria robotica sui mercati esteri
L’industria italiana della robotica ha recuperato rispetto al 2020 e sta vivendo una fase positiva anche grazie alla transizione 4.0.
Voto UE sul nuovo regolamento imballaggi (PPWR)
1 dicembre 2023 Voto UE sul nuovo regolamento imballaggi (PPWR)
La revisione del mercato europeo degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio è essenziale per la competitività e l'innovazione europea e per allineare ambizioni ambientali e realtà industriale.
Come progettare un piano efficace di vendite all’estero?
24 novembre 2023 Come progettare un piano efficace di vendite all’estero?
Il piano di export deve definire: mercati-obiettivo, canali distributivi, segmentazione clienti locali, promozione dell’offerta pensata per canali / buyer persona.