19 novembre 2023

Infoexport: spedizione via mare Italia - USA

di lettura

Che modalità  di trasporto conviene utilizzare per spedire negli Stati Uniti e in Canada 1.000 forni a pellet  (peso di 30 kg), considerando anche la successiva consegna ai clienti?

Image

Spedizioni, sdoganamento della merce, e operazioni import negli Stati Uniti sono le operazioni che devono essere fatte o dal venditore e/o dal compratore a seconda delle condizioni contrattuali pattuite. Si suggerisce vivamente di predisporre un contratto di compravendita che tenga conto anche della responsabilità civile da prodotto, termini di resa, modalità  di pagamento etc.

Per queste tipologie di prodotto il trasporto via mare rappresenta il metodo di spedizione di gran lunga più comune, soprattutto grazie al costo relativamente più competitivo. Le spedizioni internazionali via mare non consistono nel semplice trasferimento di container merci da un luogo all’altro, ma devono sottostare a precisi aspetti doganali, legali, commerciali e assicurativi, non sempre facili da comprendere.

I servizi standard comprendono:

  • FULL CONTAINER LOAD (FCL)
  • LESS CONTAINER LOAD (LCL)

Con carico a regime completo non si intende necessariamente una spedizione abbastanza voluminosa da riempire totalmente un container, quanto il carico di un mezzo di trasporto da parte di un’unica azienda fornitrice presso il punto di partenza con merce destinata a uno o più clienti. Infatti, partendo dal presupposto che il trasferimento in oggetto raggiunga comunque una certa entità , è possibile valutare il caso di scegliere un trasporto Full Load anche nella situazione in cui le merci non riempiano del tutto il container, mantenendo una convenienza rispetto al carico Less than Container.

LCL (LESS CONTAINER LOAD)

Nel carico a regime groupage il container viene caricato con la merce di più mittenti presso un punto di consolidamento. Si tratta di trasferimenti di piccolo taglio o volume troppo scarso per occupare singolarmente un’unità di carico. Il costo di ogni partita viene calcolato sullo spazio occupato, in base al peso e al volume delle merci.

Normalmente il trasporto marittimo LCL ha tempi più lunghi rispetto al trasporto FCL, dovuti all’attesa del carico del container da parte dei diversi esportatori. Quindi nel caso in esame, vista la quantità,  suggerirei un FULL CONTAINER LOAD.

Poi con lo spedizioniere va valutato se container 25, 40, o 45 piedi. I container cargo standard ISO rappresentano i container più diffusi con misure standardizzate a livello internazionale nel 1967. A fronte di una larghezza e una altezza comune di 8 piedi x  8 piedi e 6 pollici corrispondenti a 2.438 x 2.591 mm, sono diffusi in due lunghezze standard di 20 e 40 piedi corrispondenti a 6.058 mm e 12.192 mm.

Le dimensioni si esprimono tipicamente secondo le unità di misura anglosassoni (piedi e pollici) a cui vengono affiancate le corrispettive secondo il sistema internazionale di unità  di misura (in millimetri). Da questa standardizzazione dimensionale è nata la consuetudine di valutare la capacità di stoccaggio di una nave porta container o di un deposito in TEU (Twenty-foot Equivalent unit) ovvero unità equivalenti a 20 piedi.

Negli ultimi anni stanno diventando sempre più diffusi i modelli definiti High Cube caratterizzati da una altezza di 2.896 mm.

Porti commerciali costa est per spedizioni via nave

  • Elizabeth, New Jersey è il porto commerciale per spedire a New York, ma è anche un hub per l'Ohio raggiungibile con 10 - 12 ore di trasporto via camion.
  • Saginaw, Michigan è il porto commerciale storico delle case automobilistiche di Detroit. Ci si arriva dalla foce del fiume San Lorenzo e poi attraverso i Grandi Laghi. In pratica si arriva nel cuore dell'America via mare! Da Saginaw con poche ore di trasporto su gomma si arriva in Ohio, la mecca della logistica in America. Unico problema di questo porto commerciale è che, a volte, in inverno la navigazione può subire ritardi.
  • Norfolk, Virginia è il porto commerciale del sud degli Stati Uniti. Molto ben collegato per consegnare in tutta la costa est oltre a Ohio e Tennessee.
  • Savannah, Georgia è l'ideale per spedizioni in Texas, Georgia ma anche Ohio e per tutti gli stati del sud e per la Florida.
  • Miami, Florida  non ci sono molto partenze per Miami dall'Italia in rapporto agli altri porti commerciali citati.

Da notare che Norfolk e Savannah hanno il vantaggio, rispetto al porto di Elizabeth,  di essere meno affollati per cui, a volte, per spedizioni via mare su New York è meglio spedire su Norfolk, ad esempio, per poi trasportare via camion a New York.

Quindi suggerirei trasporto via mare, full container tenuto conto delle dimensioni. Poi va scelta la migliore soluzione di carico per singolo container tenuto conto delle misure sopra indicate. Ovviamente in questa fase interviene uno spedizioniere che organizza per vostro conto e ottimizza la soluzione operativa.

Per la parte di merce destinata al mercato Canadese va valutato con il vostro spedizioniere, se conviene far arrivare tutto il materiale in un porto Statunitense e poi scaricare in USA per poi proseguire per il Canada, oppure farli partire su due distinte navi anche in funzione delle distanze.

In collaborazione con: Infoexport

Altre tematiche
Rincari per il trasporto marittimo su grandi navi
20 febbraio 2024 Rincari per il trasporto marittimo su grandi navi
La direttiva UE 2023/959 ha ampliato l'ambito di applicazione del sistema EU ETS estendendo gli obblighi derivanti dalla direttiva 2003/87/CE alle emissioni prodotte dal trasporto marittimo.
Conseguenze della crisi di Suez
22 gennaio 2024 Conseguenze della crisi di Suez
Il Presidente di Promos Italia, Giovanni Da Pozzo, commenta le conseguenze che la “Crisi di Suez” potrebbe avere sul commercio estero delle imprese italiane e le possibili ricadute sull’economia nazionale e internazionale.
Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre
18 gennaio 2024 Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre
L'indicatore del commercio Kiel a dicembre 2023 registra le gravi conseguenze causate dagli attacchi alle navi mercantili nel Mar Rosso.
Come promuovere l’industria robotica sui mercati esteri
22 dicembre 2023 Come promuovere l’industria robotica sui mercati esteri
L’industria italiana della robotica ha recuperato rispetto al 2020 e sta vivendo una fase positiva anche grazie alla transizione 4.0.
Voto UE sul nuovo regolamento imballaggi (PPWR)
1 dicembre 2023 Voto UE sul nuovo regolamento imballaggi (PPWR)
La revisione del mercato europeo degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio è essenziale per la competitività e l'innovazione europea e per allineare ambizioni ambientali e realtà industriale.
Come progettare un piano efficace di vendite all’estero?
24 novembre 2023 Come progettare un piano efficace di vendite all’estero?
Il piano di export deve definire: mercati-obiettivo, canali distributivi, segmentazione clienti locali, promozione dell’offerta pensata per canali / buyer persona.
Infoexport: spedizione via mare Italia - USA
19 novembre 2023 Infoexport: spedizione via mare Italia - USA
Che modalità  di trasporto conviene utilizzare per spedire negli Stati Uniti e in Canada 1.000 forni a pellet  (peso di 30 kg), considerando anche la successiva consegna ai clienti?
Interventi a favore delle imprese toscane colpite dall’alluvione
7 novembre 2023 Interventi a favore delle imprese toscane colpite dall’alluvione
Il ministro degli Affari Esteri Antonio Tajani ha coinvolto Cdp, Ice, Simest e Sace per predisporre un intervento a favore delle aziende vittime del maltempo in Toscana.
Shop Circle raccoglie $120 milioni e costruisce il futuro dell’e-commerce
17 ottobre 2023 Shop Circle raccoglie $120 milioni e costruisce il futuro dell’e-commerce
Shop Circle è una società tecnologica italo-inglese leader nello sviluppo e commercializzazione di app per gli operatori dell’e-commerce.
Emilia Romagna: ristori per perdita di reddito per le imprese colpite dalle alluvioni
15 ottobre 2023 Emilia Romagna: ristori per perdita di reddito per le imprese colpite dalle alluvioni
SIMEST gestirà una nuova misura per le imprese esportatrici delle aree colpite dalle alluvioni dello scorso maggio per le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza (all. 1 del DL 61/2023).