11 gennaio 2022

Il pericolo peste suina africana

di lettura

Il 7 gennaio 2022 è stato confermato il riscontro del virus della Peste suina africana in una carcassa di cinghiale rinvenuta a Ovada (Alessandria).

Il pericolo peste suina africana

La malattia virale che colpisce suini e cinghiali (non si trasmette all’uomo) fuori dalla UE ha interessato: Russia, Ucraina, Serbia, Moldova, Cina, Vietnam oltre a numerosi Paesi africani dove è endemica.

È presente in Europa dal 2014 (Polonia, Estonia, Lettonia, Lituania, Romania, Ungheria, Slovacchia, Bulgaria, Belgio e Germania). L’Italia – ad eccezione della Sardegna dove si registra un costante e netto miglioramento della situazione epidemiologica – era finora riuscita ad evitare l’ingresso del virus.

È altamente contagiosa e spesso letale per gli animali. Si diffonde per contatto diretto con altri animali infetti o, indirettamente attraverso attrezzature e indumenti contaminati, o con la somministrazione ai maiali di scarti di cucina, pratica vietata dai Regolamenti europei dal 1980.  

Il virus può avere pesanti conseguenze economiche per il settore suinicolo essendo in grado di bloccare produzione ed export di carne.

Cosa accadrebbe nel caso in cui i Paesi destinatari delle esportazioni a base di carne suina dovessero decidere di vietare l’ingresso a tutto il made in Italy?.

Secondo Davide Calderone - Direttore di Assica (Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi) – questa ipotesi disastrosa “comporterebbe un danno da mancate esportazioni di almeno 20 milioni di euro per ogni mese di sospensione del nostro export. È fondamentale che i Paesi terzi riconoscano che le misure che saranno tempestivamente adottate dalle Autorità italiane e comunitarie sono sufficienti a fornire tutte le garanzie necessarie per mantenere aperto il canale commerciale con il nostro Paese”.  

La libera circolazione delle produzioni della filiera suina italiana in ambito internazionale non è ancora un obiettivo definitivamente raggiunto. È stato realizzato per i prosciutti tipici, parzialmente per i prodotti di salumeria cotta, in misura non ancora adeguata per i salumi a breve stagionatura e per le carni suine.

L’ampliamento di gamma dei prodotti esportabili è uno dei principali obiettivi di ASSICA che, nel comunicato stampa relativa al caso di Ovada, invita alla prudenza: “Confidiamo che le Autorità competenti affrontino l’emergenza col massimo rigore, rafforzando al massimo, su tutto il territorio nazionale, la sorveglianza nel settore del selvatico e innalzando al livello massimo di allerta la vigilanza sulle misure di biosicurezza nel settore domestico con particolare riguardo a tutte le operazioni di trasporto e di movimentazione degli animali, di mangimi, prodotti e persone per evitare il coinvolgimento dei suini domestici e per arrivare al più presto alla soluzione del problema.”

L'area infetta individuata dal ministero della Salute e dalle Regioni Piemonte e Liguria coinvolge 78 Comuni, 54 in Piemonte e 24 in Liguria. La Regione Piemonte ha chiesto ai sindaci di “vietare l'esercizio venatorio a tutte le specie e di innalzare al livello massimo di allerta la vigilanza sulle misure di biosicurezza nel settore domestico".

Il presidente della Coldiretti Ettore Prandini ha commentato: “Abbiamo più volte evidenziato il rischio della diffusione della peste suina africana attraverso i cinghiali e la necessità della loro riduzione sia numerica che spaziale. È mancata l’azione di prevenzione di fronte alla moltiplicazione dei cinghiali che invadono città e campagne da nord a sud dell’Italia dove si contano ormai più di 2,3 milioni di esemplari”.

Per proteggere il patrimonio suinicolo nazionale da eventuali incursioni della Peste suina africana e per migliorare il sistema nazionale di allerta precoce, il Ministero ha elaborato il Piano di sorveglianza e prevenzione nazionale per il 2021 che si fonda su cinque punti:

  1. Sorveglianza passiva nelle popolazioni di cinghiali
  2. Sorveglianza passiva negli allevamenti di suini
  3. Gestione della popolazione di cinghiali
  4. Verifica dei livelli di applicazione delle misure di biosicurezza negli allevamenti
  5. Formazione e informazione degli stakeholders.

Sulla Gazzetta ufficiale dell’UE (serie L 129) del 15.04.2021 è stato pubblicato il Regolamento di esecuzione UE 2021/605 della Commissione del 7 aprile 2021 che stabilisce misure speciali di controllo della Peste suina africana.

Approfondimenti: Ministero della Salute

Altre tematiche
Un quadro generale sul sıstema dı proprıeta’ ıntellettuale turco per le azıende ıtalıane
6 giugno 2024 Un quadro generale sul sıstema dı proprıetà ıntellettuale turco per le azıende ıtalıane
Italia - Turchia: relazioni commerciali e proprietà intellettuale.
Nuove sanzioni UE contro la Russia
29 maggio 2024 Nuove sanzioni UE contro la Russia
Approvato il Regolamento che sancisce un nuovo e diverso quadro di misure restrittive, non correlate all’aggressione dell’Ucraina, ma alla repressione interna in Russia.
Expo 2025 si avvicina
24 maggio 2024 Expo 2025 si avvicina
Expo 2025, si terrà a Osaka, in Giappone, dal 13 aprile al 13 ottobre 2025
Raccomandazione della Commissione Europea: EU toolbox contro la contraffazione
14 maggio 2024 Raccomandazione della Commissione Europea: "EU toolbox contro la contraffazione"
Si raccomandano azioni per combattere la contraffazione e proteggere meglio i diritti di proprietà intellettuale, che interessano il 50% del PIL dell'UE.
Dhl Express: 5 nuovi voli settimanali Malpensa - Hong Kong
4 aprile 2024 Dhl Express: 5 nuovi voli settimanali Malpensa - Hong Kong
Dhl Express Italy ha inaugurato il nuovo collegamento diretto, con 5 voli settimanali, tra l’aeroporto di Milano Malpensa e quello di Hong Kong
Corridoi ed efficienza logistica dei territori 2024
3 aprile 2024 Corridoi ed efficienza logistica dei territori 2024
Contship Italia e Srm hanno pubblicato i risultati dell'indagine che analizza le scelte logistiche e l’utilizzo dell’intermodalità e delle clausole Incoterms di 400 aziende di Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.
Brevetti in Europa 2023
19 marzo 2024 Brevetti in Europa 2023
L’indice dei brevetti dell’EPO dimostra che l’innovazione è rimasta solida nel 2023, con aziende e inventori che hanno depositato un numero record di domande di brevetto europeo.
Rincari per il trasporto marittimo su grandi navi
20 febbraio 2024 Rincari per il trasporto marittimo su grandi navi
La direttiva UE 2023/959 ha ampliato l'ambito di applicazione del sistema EU ETS estendendo gli obblighi derivanti dalla direttiva 2003/87/CE alle emissioni prodotte dal trasporto marittimo.
Conseguenze della crisi di Suez
22 gennaio 2024 Conseguenze della crisi di Suez
Il Presidente di Promos Italia, Giovanni Da Pozzo, commenta le conseguenze che la “Crisi di Suez” potrebbe avere sul commercio estero delle imprese italiane e le possibili ricadute sull’economia nazionale e internazionale.
Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre
18 gennaio 2024 Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre
L'indicatore del commercio Kiel a dicembre 2023 registra le gravi conseguenze causate dagli attacchi alle navi mercantili nel Mar Rosso.