18 gennaio 2024

Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre

di lettura

L'indicatore del commercio Kiel a dicembre 2023 registra le gravi conseguenze causate dagli attacchi alle navi mercantili nel Mar Rosso.

Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre

Il volume dei container trasportati nell’area è crollato di oltre la metà a dicembre ed è attualmente quasi il 70% inferiore al volume normalmente previsto. Il volume attuale è di soli 200.000 container al giorno, rispetto ai circa 500.000 container di novembre.

Il cambio di rotta delle navi attorno al Capo di Buona Speranza aumenta il tempo necessario per trasportare le merci, dai centri di produzione asiatici ai consumatori europei, fino a 20 giorni.

L’incremento delle tariffe di trasporto è stato significativo: trasportare un container standard da 40 piedi tra Cina e Nord Europa attualmente costa oltre 4.000 dollari USA, rispetto ai circa 1.500 dollari di novembre. Tuttavia, il prezzo è ancora lontano dai picchi registrati durante la pandemia (fino a 14.000 dollari).

L’indicatore del commercio Kiel stima i flussi commerciali (importazioni ed esportazioni) di 50 paesi e regioni come l’UE, l’Africa subsahariana, il Nord Africa, il Medio Oriente o l’Asia emergente e si basa sulla valutazione dei dati di movimento della navi. Un algoritmo che utilizza l'apprendimento automatico analizza i dati e traduce i movimenti delle navi in arrivo e in partenza da 500 porti di tutto il mondo, in cifre di crescita dei prezzi rispetto al mese precedente.

Il commercio globale è diminuito dell’1,3% da novembre a dicembre 2023. Per l’UE, i dati degli indicatori sia per le esportazioni (-2,0%) che per le importazioni (-3,1%) sono negativi.

Il valore dell’indicatore commerciale Kiel per le esportazioni (-1,5%) e le importazioni (+1%) mostra un calo del commercio di dicembre negli Stati Uniti, anche se la rotta marittima attraverso il Mar Rosso e il Canale di Suez gioca un ruolo minore rispetto all’Europa.

Kile trade indicator gennaio 2024

Secondo Julian Hinz, Direttore del Trade Policy Research Center: “La situazione odierna non è paragonabile a quella dell’incidente Evergiven nel Canale di Suez, o alla pandemia. A parte i tempi di consegna leggermente più lunghi per i prodotti provenienti dall’Estremo Oriente e l’aumento dei costi di trasporto, non si prevedono altre conseguenze gravi per il commercio globale”.

Fonte: Kiel Institute for the World Economy

Danni per il settore ortofrutticolo

Centro Servizi ortofrutticolo (CSO), che rappresenta le più importanti aziende del settore ortofrutticolo in termini di volumi esportati, lancia l’allarme.

"Il danno è più significativo per i prodotti freschi, per i quali l’allungamento della rotta, oltre che aumentare i costi di trasporto, incide sulla shelf-life. Mediamente, nelle ultime annate, l’Italia ha destinato verso il Medio Oriente e il Sud-Est asiatico rispettivamente 150 mila tonnellate circa e oltre 80 mila di ortofrutta, che in valore rappresentano, complessivamente, oltre 300 milioni di euro.

L’aumento dei costi, stimabile fino a 1.500 dollari a container, si traducono in un aumento di oltre 10 cent di euro/kg, andando a compromettere la competitività dell’ortofrutta italiana su quei mercati.

Inoltre la difficoltà a spedire verso queste aree, comune anche agli altri Paesi dell’Unione Europea, rischia di creare un surplus di offerta nel mercato interno (i Paesi UE inviano verso il Medio e l’Estremo Oriente circa 1,4 milioni di tonnellate di ortofrutta all’anno).

Il problema interessa al momento: mele, kiwi e agrumi, ma se la crisi dovesse permanere saranno coinvolti anche uva da tavola e susine.

Altre tematiche
Un quadro generale sul sıstema dı proprıeta’ ıntellettuale turco per le azıende ıtalıane
6 giugno 2024 Un quadro generale sul sıstema dı proprıetà ıntellettuale turco per le azıende ıtalıane
Italia - Turchia: relazioni commerciali e proprietà intellettuale.
Nuove sanzioni UE contro la Russia
29 maggio 2024 Nuove sanzioni UE contro la Russia
Approvato il Regolamento che sancisce un nuovo e diverso quadro di misure restrittive, non correlate all’aggressione dell’Ucraina, ma alla repressione interna in Russia.
Expo 2025 si avvicina
24 maggio 2024 Expo 2025 si avvicina
Expo 2025, si terrà a Osaka, in Giappone, dal 13 aprile al 13 ottobre 2025
Raccomandazione della Commissione Europea: EU toolbox contro la contraffazione
14 maggio 2024 Raccomandazione della Commissione Europea: "EU toolbox contro la contraffazione"
Si raccomandano azioni per combattere la contraffazione e proteggere meglio i diritti di proprietà intellettuale, che interessano il 50% del PIL dell'UE.
Dhl Express: 5 nuovi voli settimanali Malpensa - Hong Kong
4 aprile 2024 Dhl Express: 5 nuovi voli settimanali Malpensa - Hong Kong
Dhl Express Italy ha inaugurato il nuovo collegamento diretto, con 5 voli settimanali, tra l’aeroporto di Milano Malpensa e quello di Hong Kong
Corridoi ed efficienza logistica dei territori 2024
3 aprile 2024 Corridoi ed efficienza logistica dei territori 2024
Contship Italia e Srm hanno pubblicato i risultati dell'indagine che analizza le scelte logistiche e l’utilizzo dell’intermodalità e delle clausole Incoterms di 400 aziende di Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.
Brevetti in Europa 2023
19 marzo 2024 Brevetti in Europa 2023
L’indice dei brevetti dell’EPO dimostra che l’innovazione è rimasta solida nel 2023, con aziende e inventori che hanno depositato un numero record di domande di brevetto europeo.
Rincari per il trasporto marittimo su grandi navi
20 febbraio 2024 Rincari per il trasporto marittimo su grandi navi
La direttiva UE 2023/959 ha ampliato l'ambito di applicazione del sistema EU ETS estendendo gli obblighi derivanti dalla direttiva 2003/87/CE alle emissioni prodotte dal trasporto marittimo.
Conseguenze della crisi di Suez
22 gennaio 2024 Conseguenze della crisi di Suez
Il Presidente di Promos Italia, Giovanni Da Pozzo, commenta le conseguenze che la “Crisi di Suez” potrebbe avere sul commercio estero delle imprese italiane e le possibili ricadute sull’economia nazionale e internazionale.
Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre
18 gennaio 2024 Crolla il traffico container nel Mar Rosso a dicembre
L'indicatore del commercio Kiel a dicembre 2023 registra le gravi conseguenze causate dagli attacchi alle navi mercantili nel Mar Rosso.